Arancine siciliane, la ricetta tradizionale
5:14
51,678
Martino Ragusa
Reddit
Martino Ragusa prepara le arancine siciliane seguendo la ricetta tradizionale del libro “Cucina siciliana di popolo e signori”.
Segui facebook.com/cucinasicilianapopolosignori
Con riso, ragù, uova, zafferano, burro, primosale, parmigiano, pane grattugiato, farina 00, olio extra vergine di oliva, sale.

Commenti
  • SEBY1970
    SEBY1970

    Buonasera volevo chiedere a che serve l'uovo rosso nel riso forse per fare da collante?

  • Zoborom
    Zoborom

    La cottura del riso...?? Quanta va messa.. Il riso siette al bollore dell'acqua..??? Help

  • Maria Romanciuk
    Maria Romanciuk

    Buono

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      Grazie 😊

  • Claudia Cordì
    Claudia Cordì

    Sono una fans delle arancine.. E l'uovo non ci azzecca niente con le arancine.. Per di più il riso deve assorbire l'acqua.. Non va buttata l'acqua di cottura.. Provi a farle senza uova.. E mi saprà dire! 😜

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      Claudia Cordì grazie .

  • quarta c
    quarta c

    Arancini 😡

  • stadiosound
    stadiosound

    Non concordo solo sull'olio EVO per friggere, visto che per le sue caratteristiche andrebbe usato a crudo o a basse temperature, ma mi complimento per il risultato

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      Grazie 😊

  • Al Vin
    Al Vin

    Mizzica che voglia di arancine!!! 🤩🤩🤩

  • Gianna Camera
    Gianna Camera

    Per friggere e sempre meglio usare olio di arachidi... quello extra vergine nn è consigliabile ad alta temperatura sprigiona delle sostanze nocive....

  • sulterio sultan
    sulterio sultan

    Non è la ricetta palermitana, che c'entra l'uovo e tante altre cose sbagliate

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      La mia risposta è qui: martinoragusa.it/2019/10/dieci-cambiamenti-della-rosticceria-peggiorato-le-arancine/

  • Patri Patri
    Patri Patri

    Ho seguito la procedura e la prima volta che mi escono degli arancini così croccanti esternamente e belli umidi all' interno.grazie x i suggerimenti,non sono siciliana e nn so quale sia la procedura come da traduzione ma sono usciti veramente buoni. Grazie mille Martino !

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      Grazie a te per la fiducia :-) La ricetta è tradizionale casalinga, quella delle rosticcerie ormai è diversa

  • Brenda De Jesus
    Brenda De Jesus

    bellissimo

  • Vincenzo Alongi
    Vincenzo Alongi

    Quindi la forma stabilisce il genere dei nomi. E come la mettiamo con "le banane" che non sono rotonde? "na ficu" o na fica"?: come dite tra voi discendenti degli Elimi? Le invio il resoconto delle mie ricerche; le legga con spirito semi-serio e buon appetito. Comunque e sempre "Viva la Sicilia, tutta bedda e malacumminata ppi curpa di tanti cosa fitusa Siciliani e non. Arancinu - arancino Cari Compatrioti della Trinacria (bellissima, disastratissima) e cari Continentali, sento il dovere di appalesare - ad uso e consumo anche dei Palermitani - alcune osservazioni in merito all'annosa (vitale) questione dell'uso del siculo ”arancinu, arancino” e della sua versione bastarda “arancina”. Insistere con “arancina plur. arancine” sa di scarsa conoscenza delle parlate sicule e, fors'anche, di devota deferenza verso le parlate degli Italiani del Continente. Questi ultimi, si sa, hanno un modo tutto loro nell'attribuire ai sostantivi il genere maschile o femminile, opposto talvolta a quello di noi Siculi; basti pensare al genere dei nomi che indicano i genitali maschili, quelli femminili e loro derivati. Ai Palermitani sfugge che nelle parlate siciliane non esiste il plurale femminile ma solo il plurale maschile: la/a fimmina li/i fimmini, na bedda fimmina du beddi fimmini. Figurarsi poi immaginare un plurale femminile con desinenza in “e”: le fimmine, le cirase, le pire, le fiche, le banane, le arancie. Di ciò si dia contezza ai Palermitani, ma acqua in bocca con le femministe. Che il sostantivo maschile “aranciu” sia il solo corrispettivo letterale del lemma italico femminile “arancia” è stato codificato nel 1875 da Giuseppe Pitrè (linguista, antropologo e palermitano). Stessa informazione ci dà la “Guida gastronomica” edita dal TCI nel 1931. Stessa presa d'atto era già stata documentata, nel 1868, da Antonino Traina, nel suo “Vocabolario Siciliano - Italiano Illustrato”, edito a Palermo (!), che riporta il solo termine “arancinu”. Stesso termine è citato nel “Dizionario siciliano - italiano” di Giuseppe Biundi edito nel 1857. Per non parlare della recente menzione del prestigioso Oxford English Dictionary. In essi non v'è alcun cenno alla forma “arancina, plur. arancine” E poi chi, Siculo DOC, non ricorda l'invettiva “Malarancinu a ttia e a ccu ti pruringhiu”. Per cui: “arancio/u, plur. aranci” - “arancino/u, plur. arancini”. Mai “arancina, plur. arancine”. E, dulcis in fundo, l'arancino deve avere la forma “d'a muntagna” (l' Etna). Eh … sì, i Palermitani sono stati ammirevoli al tempo dei Vespri, ma poi si sono continentalizzati. Vincenzo Alongi Adrano 02/12/2019 (cit. da “u malu cchi fari”, libro editando del soprascritto)

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      Caro Vincenzo, la ringrazio molto del contributo veramente prezioso per la storia della cucina siciliana. Per quanto mi riguarda, la cosa però si ferma lì, al punto storico che è poi più importante. Quanto al dibattito attuale, devo dire che non riesce ad appassionarmi. Alcuni siciliani usano il nome maschile, altri il femminile. Io sono un siciliano occidentale e per me è femminile, ma sono pronto a bsttermi perché un catanese possa essere libero di chiamarlo arancino.

  • Alma Pasandalan
    Alma Pasandalan

    Enjoy the yummy food😍

  • Sam Luca Muzio
    Sam Luca Muzio

    Replicherò sicuramente, grazie

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      A te 😊

  • Vincenzo Alongi
    Vincenzo Alongi

    "arancini" (con la "i"). nelle parlate sicule non esiste il plurale femminile. Fatevene una ragione voi Palermitani e le femministe. Se poi per compiacere i Continentali italici francesi lusitani ecc. li chiamate al femminile, al LGTB, al menzu masculu e menza fimmina ecc.: ... liberi/e di farlo. L'olio, mi raccomando (almeno quello!) sempri e sulu d'alivi (d'olive). Per il resto: bravo!

    • Ambra Cintura
      Ambra Cintura

      Nel trapanese e nel palermitano si chiamano ARANCINE appunto perché sono rotonde ed hanno la forma di un'arancia. Nel Catanese parleremo di ARANCINI dalla classica forma "a punta"... Si informi lei piuttosto prima di scrivere

    • Mimmoflow 998
      Mimmoflow 998

      Vincenzo Alongi queste sono arancine perché sono rotonde e somigliano a un arancia, poi ci sono gli arancini che hanno la punta. Non è difficile capirlo

  • Ivan Marsiglia
    Ivan Marsiglia

    Che ricetta sbagliata olio extra vergine per friggere le arancine. Poi l'albume e la farina. Forse da voi fanno così. Al mio paese a Palermo cuoce il riso zafferano e burro si fa asciugare l'acqua evaporando. Si spegne per raffreddare il riso quando faccio le arancine. Li faccio asciugare un giorno . Poi li passo nell'acqua e farina . Poi nel pane grattugiato. E vengono buonissime . Di sicuro saranno buone . La ricetta non mi è piaciuta . Meglio le arancine palermitane

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      Caro Ivan, dici che la ricetta è sbagliata perché è quella casalinga mentre la tua è quella da rosticceria. La mia risposta completa è ne link qui sotto. E ricorda che con l'olio extravergine di oliva (non riutilizzato) avrai fritti che non fanno male alla salute. martinoragusa.it/2019/10/dieci-cambiamenti-della-rosticceria-peggiorato-le-arancine/

  • Francisca Gulli
    Francisca Gulli

    gracias, muy bien explicado!

    • Martino Ragusa
      Martino Ragusa

      grazie

Prossimi video